Ediltecno Restauri

Più facile aggiudicarsi le gare e gestire le commesse con dati aggiornati ed uno storico sempre disponibile

Elena Bassanini Ediltecno RestauriEdiltecno Restauri nasce e si sviluppa a partire dagli anni ’70 per iniziativa del Geom. Giancarlo Bassanini che ancor oggi la guida. Da sempre attiva principalmente nel mercato privato con clienti quali Telecom, Vodafone, Enel, Banca Intesa Sanpaolo, Assicurazioni Generali oltre a enti e proprietari di ville storiche, Ediltecno da alcuni anni è impegnata anche nel settore degli appalti pubblici per la costruzione e ristrutturazione di case di cura e ospedali, di scuole e istituti universitari, di palazzi storici e sedi di committenti quali ministeri, regioni, province e comuni.

Ediltecno è cliente delle soluzioni STR da circa 10 anni, prima con Linea32 Edili solutions e più recentemente con STR Vision per la parte tecnica e amministrativa (CPM e Amministrazione).

Quali funzionalità del programma utilizzate di più

Chiediamo a Elena Bassanini, Responsabile amministrativa Con il software STR gestiamo tutta la contabilità aziendale, dalle registrazioni di prima nota, al libro giornale, all’emissione delle fatture e liquidazione Iva. Da un paio d’anni almeno abbiamo iniziato ad utilizzarlo integrandoci con le funzionalità dell’ufficio tecnico per l’elaborazione dei preventivi e la contabilità lavori”. “ Noi lavoriamo per l’edilizia ma essendo anche General Contractor, prendiamo appalti e subappaltiamo qualsiasi genere di opera specialistica. Se l’offerta nasce già con il software STR, una volta aggiudicata la commessa anche la sua gestione amministrativa diventa più semplice, perché i dati sono già tutti caricati nel programma.

Quali i vantaggi quindi?

Sicuramente utilizzando il sistema non sfugge niente, perché, per quanto riguarda ad esempio la gestione dei contratti di subappalto, se il SAL non viene creato nella area tecnica di STR VISION CPM, la fattura non può essere caricata. Inoltre apprezziamo il fatto di poter avere uno storico degli acquisti, cioè contratti fornitori e subappaltatori consultabili in ogni momento, con la possibilità di fare raffronti e analisi.

Questo vi aiuta anche in fase di gara?

Sì, ora che il mercato si è ristretto – continua Elena Bassanini – ci si muove anche su appalti piccoli e questo fa sì che le trattative in fase di aggiudicazione di una gara siano più lunghe e che il committente analizzi nei minimi dettagli l’offerta. Avere tutti i dati storicizzati e disponibili nell’applicativo è un validissimo supporto per aggiudicarsi l’appalto.

Vodafone Village

Richiedi subito informazioni!