BIM: un salto di qualità nei processi di controllo e comunicazione

BIM Gestione Servizi Pubblici S.p.A.

Intervista alla Dott.ssa Monica Da Rold, Referente Controllo di Gestione, BIM Gestione Servizi Pubblici S.p.A.

Interamente partecipata da 62 Comuni della provincia di Belluno, Bim Gestione Servizi Pubblici S.p.A. è la società che gestisce il servizio idrico integrato - acquedotto, fognatura e depurazione del territorio di competenza dei soci partecipanti. L’azienda opera anche in altri campi, ma il settore idrico è il prevalente delle proprie attività. Nell’ambito territoriale si assomma circa 3.400 km di acquedotti, 1.500 km di reti fognarie e un totale di 155.000 utenti ai quali erogare servizi alle migliori condizioni possibili.
BIM Belluno Infrastrutture partecipata dalla correlata Bim Gestione Servizi Pubblici S.p.A, dal Consorzio Bim Piave Belluno e da 62 Comuni della provincia di Belluno, svolge prevalentemente attività relative al metano e all’idroelettrico. Nate nel 2002, dalla trasformazione dell’allora Consorzio Azienda BIM Piave, portano con sé un know-how derivante dall’esperienza sul campo, e la massima apertura nei confronti delle soluzioni tecnologiche che ne possano ottimizzare le prestazioni. Nasce da qui l’interesse nei confronti dei software STR, come ci spiega la Dott.ssa Monica Da Rold che si occupa di pianificazione e controllo.

Cosa vi ha spinto ad adottare il software STR? 
Innovazione e sviluppo sono le parole chiave poste al centro del rinnovo informatico ed organizzativo del gruppo BIM che parte nel 2014 con l’implementazione del software STR Vision CPM.
Dopo un’accurata indagine, l’area tecnica ha selezionato il prodotto STR, in quanto ritenuto lo strumento più solido disponibile sul mercato, e naturalmente interfacciabile con il prodotto ERP di contabilità e logistica in implementazione.
L’uso della piattaforma, a pieno regime dal 2015, risponde appieno all’esigenza di disporre di informazioni univoche, facilmente disponibili, con dettaglio e significati condivisi dalle aree tecniche ed amministrative, e soddisfacenti le richieste di rendicontazione interne ed esterne. 

Quali sono le funzionalità di STR che utilizzate e quale importanza ha l’informazione dei processi per la vostra azienda?
L’implementazione riguarda STR Vision CPM, STR Vision PBM e STR Vision Amministrazione.
Utilizzando STR Vision CPM gli uffici di progettazione e contabilità lavori hanno potuto ottimizzare le varie attività di routine: inserimento computi metrici, elaborazione Stati Avanzamento Lavori e relative stampe, analisi sulla preventivazione e consuntivazione delle opere sia di dettaglio che sintetiche su singola opera o trasversali a più progetti/commesse.
L’ufficio appalti e gli uffici tecnici con STR Vision PBM possono monitorare le pratiche amministrative delle opere e la pianificazione delle fasi della progettazione, di direzione ed esecuzione lavori sia dal punto di vista economico che temporale in modo dinamico e tempestivo, curandone direttamente l’aggiornamento. L’integrazione tra STR Vision PBM e STR Vision CPM permette di adempiere agli obblighi di rendicontazione previsti per legge, sia in ottemperanza alle disposizioni in materia di anticorruzione e trasparenza, sia ai fini dell’invio trimestrale BDAP (Banca Dati Amministrazioni Pubbliche).
L’integrazione tra STR e l’ERP di contabilità permette una totale integrazione del ciclo passivo e la pianificazione del piano investimenti: i computi metrici ed i SAL elaborati in STR Vision CPM creano i relativi ordini/contratti ed accettazioni delle prestazioni nell’ERP di contabilità e logistica, agevolando l’aggiornamento tempestivo della contabilità e relativa reportistica. L’aggiornamento dei quadri economici e dei cronoprogramma in STR alimentano nell’ERP il budget degli investimenti.

Quali aspetti del software sono maggiormente aderenti alle vostre esigenze?
STR Vision CPM ha un elevato grado di flessibilità ed intuibilità, che permette di ottenere viste dei computi metrici e dei SAL al livello di dettaglio desiderato. L’elasticità del sistema si accompagna alla semplicità di estrazione dati che permette ad ogni operatore di attivarsi per una ricerca personalizzata attraverso la costruzione dei singoli cruscotti. Allo stesso modo le stampe ufficiali dei SAL certificano l’ufficialità del dato e il rispetto delle informazioni minime obbligatore da esporre nelle stesse. Rispetto alle soluzioni software utilizzate in precedenza, con STR Vision CPM rileviamo un sostanziale miglioramento.

Come giudica la capacità del programma di generare reportistica e stampe?
Le potenzialità offerte dal sistema in merito a reportistica e stampe sono molteplici, qualsiasi dato inserito è aggregabile, secondo le esigenze dell’utente. In particolare, l’analisi multicommessa, permette di avere una vista trasversale di tutti i contratti di appalto immediata. La reportistica e le stampe rispondono con efficacia alle esigenze di rendicontazioni interne ed esterne.

 

Siete soddisfatti di aver scelto anche il modulo STR Vision PBM?
Lo strumento è un prodotto giovane, che seppur con ampi margini di maturazione, ha complessivamente soddisfatto le nostre attese.

Richiedi subito informazioni!