Compliance nella preventivazione delle opere pubbliche

La sfida del CONSORZIO DI BONIFICA PIANURA DI FERRARA è estendere la progettazione, preventivazione e direzione interna dei lavori Pubblici sia alla fase di progetto, sia alla contabilizzazione in base a precise normative.

Consorzio di bonifica pianura di FerraraNato il 1° ottobre del 2009 dal riordino della Legge regionale n.5/2009, il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara riunisce le quattro realtà consortili precedentemente attive sulla quasi totalità del territorio della provincia estense.

Oltre all’attività idraulica di irrigazione e scolo delle acque per mezzo di una rete composta da 4mila chilometri di canali e da numerosi impianti idrovori di sollevamento, tra i compiti principali dell’ente di diritto pubblico ci sono la progettazione, esecuzione e gestione delle opere di difesa idraulica e di irrigazione per l’approvvigionamento idrico a servizio dell’agricoltura.

Attivo anche nella realizzazione di opere nuove, nella manutenzione straordinaria e negli adeguamenti di opere esistenti, per supportare a livello informativo le proprie attività il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara ha scelto di confermare il software STR per l’edilizia di STR, Gruppo TeamSystem, già in uso presso il Consorzio Secondo Circondario. Da quest’ultimo proviene Marco Volpin, oggi caposettore Progettazione e Lavori all’interno del Consorzio Pianura di Ferrara, per il quale l’estensione del gestionale a tutti gli uffici del Consorzio ha significato, tra le altre cose, l’adozione “dell’ormai familiare” modulo Vision CPM per la preventivazione e contabilità lavori in ottica di Construction Project Management.

L’importanza della compliance

“Principalmente utilizzato per la progettazione e preventivazione interna dei lavori Pubblici e per la Consorzio di bonifica pianura di Ferraradirezione lavori - ci spiega -, l’impiego di STR Vision CPM risulta esteso sia alla fase di progetto per la realizzazione dei preventivi, sia alla fase di contabilizzazione. Qui a contare non sono solamente la facilità d’uso e l’interoperabilità con gli altri applicativi in uso per l’esportazione dati, ad esempio, ma anche e soprattutto la flessibilità necessaria affinché un ente Pubblico come il nostro si mantenga allineato alle normative vigenti”.

Il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, infatti, è tipicamente interpellato nel potenziamento di lavori di bonifica attraverso opere in terra, quali arginature e risezionamento canali, costruzione di manufatti di regolazione delle acque, lavori di costruzione e adeguamento di veri e propri impianti idrovori, interventi di salvaguardia e messa in sicurezza del territorio.

All’interno di questi tre principali ambiti, numerose possono essere le varianti che l’Ufficio di Progettazione interno è chiamato a considerare anche in termini di fattibilità, preventivazione ed esecuzione lavori a seguito dell’ottenuto affidamento. “In questo caso - dettaglia Volpin - il rapporto che si va a instaurare con l’impresa esecutrice, per quanto attiene l’utilizzo della piattaforma STR Vision CPM, è finalizzato all’emissione degli stati di avanzamento, sia provvisori che definitivi, fino ad arrivare al collaudo dell’opera stessa”.

Ed è proprio qui, per Volpin, che di STR Vision CPM, “consente di fornire le necessarie garanzie nella contabilizzazione delle Opere Pubbliche senza che la solidità del software e la sua precisione vadano a discapito della semplicità d’uso che, in questi tredici anni d’utilizzo, ho avuto modo di toccare con mano apprezzandone l’evoluzione operata anche pensando a chi deve farne uso”.

Richiedi subito informazioni!