Provincia di Bergamo

la strada dell'efficienza passa dall'informatica

Intervista al gruppo di lavoro: Paola Mangili: Responsabile Sistemi Informativi Orietta Barbagli: coordinatrice del progetto di migrazione STR Ruggero Boni, Carlo Iuliano, Marco Midali: progettisti.Provincia di Bergamo

Con i suoi oltre un milione di abitanti, quella di Bergamo è tra le prime Province italiane. Fra le prime quattro aree nazionali per economia industriale ed esportazioni, negli ultimi 40 anni ha visto la città capoluogo Bergamo diventare il cuore di una conurbazione di oltre 350mila abitanti, ripartiti in 34 Comuni; alta la densità abitativa: solo nell'area metropolitana si concentra un terzo della popolazione provinciale. Per un'amministrazione pubblica di questa complessità, la gestione tecnica e amministrativa delle opere pubbliche – dalle piccole alle grandi dimensioni – è essenziale e strategica, e l'innovazione informatica gioca un ruolo centrale. A partire dagli Uffici Tecnici della Provincia, che da oltre 10 anni utilizzano le soluzioni STR.

Siete clienti di STR ormai da diversi anni, e due anni fa per la gestione delle vostre attività avete introdotto STR VISION nel modulo CPM: quali sono le motivazioni che vi hanno portato a questa scelta?

In primo luogo è sicuramente è un passaggio tecnologico che ci permette di restare al passo con i tempi: con STR eravamo partiti con il Dos, adottando poi Linea 32; ora siamo passati a STR Vision CPM. Con questo passaggio, ad esempio, abbiamo risolto un problema per noi fondamentale che erano le operazioni di back up dei dati e delle informazioni, un onere prima affidato alla responsabilità dei singoli utenti, con le immaginabili problematiche conseguenti, e che ora invece gestiamo in automatico per tutto il sistema. Il secondo aspetto è quello dell'ottimizzazione delle risorse: con il passaggio alla licenza di rete abbiamo semplificato la gestione delle circa 40 licenze che possediamo, traendone benefici non solo sul costo complessivo ma soprattutto sul fronte degli aggiornamenti e della manutenzione del sistema. Portare tutto in ambiente centralizzato e di rete come avviene con STR Vision CPM ha sicuramente ottimizzato i costi, compresi quelli di assistenza tecnica e di manutenzione, oltre che avere reso il sistema complessivamente più affidabile.

Per quali attività utilizzate STR Vision CPM?

Prevalentemente per la preventivazione, direzione e contabilità lavori degli appalti gestiti direttamente dalla provincia di Bergamo.

Avete già portato a regime tutto il sistema?

Purtroppo ancora non completamente, e questo a causa soprattutto della diminuzione del carico di lavoro derivante dal calo del numero degli appalti, stante le risorse sempre più limitate a disposizione degli enti pubblici. Un altro aspetto che non ci ha ancora permesso di arrivare a pieno regime, e in un certo senso conseguenza del problema appena accennato, è che stiamo ancora ultimando interventi avviati 3-4 anni fa e che anche su consiglio vostro stiamo portando a compimento con il vecchio sistema.

Quali sono le caratteristiche e le funzionalità che più vi hanno colpito di STR Vision CPM?

Complessivamente siamo molto soddisfatti dei prodotti STR perché sono specializzati e sviluppati per le esigenze di un ufficio tecnico con grande facilità d'uso che ha reso "indolore" la migrazione dal vecchio sistema Linea 32 al nuovo STR Vision CPM. Il punto di forza del programma è sicuramente l'interfaccia, facile, intuitiva, accessibile, ben strutturata. Un altro aspetto vantaggioso, poi, è l'elasticità di utilizzo e la facilità di uso nelle operazioni di importazione dei listini delle amministrazioni pubbliche e di altre fonti. Un'altra caratteristica molto positiva è la possibilità di utilizzare ordinatori liberi per la determinazione di campi e voci di capitolato.

Come risponde il programma a un utilizzo "diffuso" in molti gruppi di lavoro?

In generale STR Vision CPM è un programma avanzato e particolarmente "aperto": si possono stendere anche decine di computi di uno stesso lavoro e lavorare prendendo e copiando parti singole da un documento all'altro con semplici operazioni di copia incolla, oppure è possibile lavorare con computo generale e sottocomputi. Inoltre, il sistema automatizza diversi passaggi e consente a più persone di lavorare contemporaneamente sulla stessa opera, utilizzando il nuovo sistema di controllo e coordinamento centralizzati basato su autorizzazioni. Infine, stiamo pensando di personalizzare i documenti di Word con modelli ad hoc comuni a tutti gli utenti del sistema.

Per accompagnare l'implementazione dei nuovi strumenti informatici avete svolto formazione specifica?

In fase di implementazione, e comunque prima dell'utilizzo vero e proprio di STR Vision CPM, abbiamo svolto un percorso di formazione per tutti i tecnici (circa una quarantina). Pensiamo comunque di avviare del traing on the job per l'avvio di nuovi progetti, in modo da completare la formazione e sfruttare al meglio le potenzialità del nuovo software.

Come giudica il livello di assistenza tecnica e consulenza offerto da STR?

Molto positivo. L'affidabilità e l'immediatezza nella risposta del servizio di assistenza è stato uno dei motivi "forti" che a suo tempo hanno portato a scegliere STR e poi nel tempo a confermare tale scelta. STR VISION è una piattaforma nata per sfruttare le potenzialità di Internet.

La particolarità del suo lavoro presuppone il coordinamento di varie figure professionali e imprenditoriali: quanto è importante è, o sarà, la possibilità di lavorare in rete con i diversi attori in gioco a partire da un linguaggio comune?

Lavorare a distanza sfruttando il web è un ambito al quale stiamo guardando, a cominciare proprio di una nuova importante commessa in fase di avvio: pensiamo di installare STR Vision CPM sui computer portatili per poterci spostare in cantiere e lavorare in modo integrato con un'unica piattaforma.

Di quale commessa si tratta?

Della cosiddetta "variante di Zogno", una modifica alla viabilità della ex Ss. 470 nell'abitato di Zogno in Val Brembana. È il più importante progetto al quale stiamo attualmente lavorando, circa 46 milioni di euro, e che abbiamo impostato fin dall'inizio con STR Vision CPM.

Richiedi subito informazioni!