Ater Umbria

Affidabile, preciso e aggiornato per l'appalto pubblico

Intervista a GEOM. MARCO COCHETTA, CAPO AREA 2 SERVIZIO LAVORI.

Ater Umbria

Acronimo di Azienda Territoriale per l'Edilizia Residenziale, la sigla A.T.E.R. individua quegli enti locali nati in seguito alla trasformazione degli ex I.A.C.P., gli Istituti Autonomi per le Case Popolari. Ogni A.T.E.R. è quindi un'azienda pubblica che gode di autonomia organizzativa e patrimoniale, e che opera prevalentemente nel settore dell'edilizia sociale, in particolare in quella residenziale, provvedendo alla programmazione, progettazione, realizzazione e gestione degli interventi. In questo contesto, A.T.E.R. Umbria nasce nel gennaio 2011 a seguito della fusione delle A.T.E.R. delle Provincie di Perugia e di Terni, unificando così a livello regionale la gestione del patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP). Scopo sociale dell'ente è quindi, da una parte, la gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare residenziale pubblico, dall'altra, la realizzazione di interventi nuovi o di recupero di edilizia sociale abitativa. Attività complesse che possono fare affidamento a una soluzione per la gestione degli appalti affidabile e precisa come STR Vision, con la garanzia dell'esperienza trentennale di STR nel settore dei lavori pubblici.

Quali sono le attività che un ente come il vostro ha informatizzato?
L'informatizzazione dei processi è da anni una realtà che coinvolge tutte le realtà produttive, pubblica amministrazione e società collegate comprese. Nel nostro caso l'informatizzazione coinvolge praticamente tutte le aree di attività, dal classico protocollo all'emissione di documenti, dalla progettazione degli interventi alla gestione immobiliare vera e propria (contratti di affitto, anagrafica inquilini, registro immobili, manutenzioni ordinarie, ecc). Si tratta di attività numerose e diversificate, che devono fare affidamento caso per caso a strumenti informatici specializzati e adeguati alle esigenze procedurali e normative di un ente giuridico di natura pubblica come il nostro.

Per quali attività, in particolare, utilizzate i software STR?
Come detto, per l'intera A.T.E.R. l'informatizzazione coinvolge completamente anche tutti i processi tecnici, dalla progettazione architettonica, strutturale e impiantistica nei vari livelli (preliminare, definitivo, esecutivo) fino alla contabilità e collaudazione dei lavori. In particolare, utilizziamo STR Vision CPM per la gestione tecnica e contabile degli interventi disposti dai bandi di gara. Abbiamo adottato il software STR fin dai tempi della versione in ambiente DOS, percorrendo poi tutti i passaggi da WIN32 fino a STR VISION. Partendo inizialmente dalla funzione essenziale, cioè l'ausilio del calcolo automatico per la preventivazione e per la contabilità lavori, abbiamo progressivamente aggiunto il cronoprogramma e le attività di manutenzione. Utilizziamo poi anche STR Excellent Sicurezza come strumento di supporto, pratico e completo, per quanto attiene alla gestione della sicurezza nell'ambito delle attività dei diversi appalti. In particolare, lo utilizziamo all'occorrenza per la compilazione della documentazione da fornire da parte del coordinatore della sicurezza in progettazione, da allegare al progetto esecutivo da mandare in appalto.

Conoscete molto bene i software STR, quindi. Quali sono le caratteristiche del nuovo software che vi hanno portato a confermare la fiducia in STR?
Direi la novità nel solco della tradizione. La nuova interfaccia, ad esempio, si è uniformata all'ambiente oggi prevalente basato sull'assimilazione del "mondo web", e la facilità di apprendimento e utilizzo è stata quindi ulteriormente potenziata. Nonostante ciò, però, anche in quest'ultima versione del gestionale STR viene riconfermata la completezza e la necessità di un utilizzo continuativo. Ritengo che in questo tipo di software una certa "rigidità" sia infatti necessaria per avere un approccio corretto alla procedura, che per la sua articolazione, la sua complessità, la sua completezza comporta una conoscenza che deve essere non solo approfondita, ma anche di uso costante.

Formazione innanzitutto, quindi…
Abbiamo accompagnato l'implementazione del nuovo sistema con della formazione specifica sui singoli utenti. Con l'assistenza di STR abbiamo organizzato dei corsi, partendo dall'approfondimento delle peculiarità del nuovo programma rispetto alla precedente versione e passando poi all'operatività. In questa fase l'assistenza STR è stata importante anche per superare alcuni piccoli problemi che via via si sono presentati.

Dopo diversi mesi di utilizzo, può dare un giudizio sul nuovo sistema?
Siamo soddisfatti, come peraltro lo eravamo anche delle precedenti versioni. In generale posso affermare che il programma funziona regolarmente ed è aderente alle nostre esigenze, in particolare quella di essere uno strumento in grado di farci lavorare correttamente per quanto riguarda le attività di gestione dei bandi di gara nel nostro ambito di riferimento che è il Codice dei Contratti Pubblici di lavori, Forniture e Servizi. In questo STR è sempre stata una garanzia per gli uffici tecnici degli enti pubblici e STR VISION conferma questa caratteristica.

A tale proposito, come giudica la capacità di aggiornamento del sistema alle diverse modifiche normative che progressivamente entrano in gioco?
Direi ottima. Partendo dallo solida tradizione STR nel settore a cui accennavo, l'ingresso nel Gruppo 24 ORE non ha fatto che migliorare questo aspetto. Attraverso mail, newsletter e segnalazioni di vario tipo riceviamo un'informazione molto tempestiva su tutto quello che è novità dal punto di vista normativo e procedurale. Attività di informazione che poi ovviamente si traduce in aggiornamento per quello che riguarda le procedure, con un allineamento pressoché immediato.

Può citare una commessa importante nella quale STR Vision si è rivelato particolarmente utile?
Tra gli interventi più significativi recentemente appaltati ed iniziati vi è sicuramente il progetto di recupero di un complesso immobiliare posto nel centro storico di Perugia che comprende anche una torre medievale denominata "Torre degli Sciri", di notevole interesse storico-artistico, uno dei simboli della città. Per la gestione di questo appalto STR Vision ci ha aiutato notevolmente, soprattutto nella ripartizione delle rispettive quote di finanziamento tra i vari soggetti coinvolti: ovviamente noi, poi il Comune di Perugia e diversi proprietari privati.

Richiedi subito informazioni!