3ti Progetti

Nessun confine alla condivisione del progetto

Intervista a ING. ALFREDO INGLETTI,PRESIDENTE. 3 Ti Progetti

Fondata nel 1997, 3TI Progetti è un'organizzazione in grado di garantire professionalità ed efficienza sull'intero spettro di servizi tecnici, dalla consulenza strategica alla progettazione di dettaglio, dalla progettazione ambientale alla direzione lavori e coordinamento della sicurezza, fino al project e construction management. Avendo superato il traguardo dei mille progetti in Italia e all'estero, 3TI Progetti vanta un curriculum ampio e diversificato che spazia dall'ambito della progettazione di grandi infrastrutture, per il trasporto (strade ed autostrade, ferrovie, tramvie e metropolitane, porti ed aeroporti) e non (acquedotti, fognature, sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili) alla progettazione di interventi di trasformazione e riqualificazione dell'ambito urbano, mediante interventi di nuove costruzioni, di manutenzione del patrimonio edilizio esistente, di adeguamento degli spazi pubblici. Da sempre utente dei programmi STR, recentemente 3TI Progetti ha integrato STR Vision CPM con Primavera P6 per la gestione dei processi, nell'obiettivo di ottenere ulteriori benefici in termini di efficienza e precisione nella condivisione delle informazioni di progetto. Obiettivo centrato, come dimostra un'importante referenza internazionale.

Quale importanza rivestono gli strumenti informatici nell'ambito dei processi di progetto?
Per il nostro tipo di attività e per la nostra organizzazione l'informatizzazione dei processi è la condizione base per qualunque considerazione operativa, una condizione senza la quale non potremmo lavorare. Operiamo abitualmente condividendo informazioni sui progetti in tempo reale tra i nostri uffici e una molteplicità di sedi in Italia e all'estero, ed è evidente che questo tipo di impostazione operativa si basa ormai da anni su una piattaforma gestionale informatizzata. L'utilizzo di strumenti informatici, quindi, è fondamentale nella gestione del progetto che per noi significa soprattutto condivisione delle informazioni a tutti i livelli: condivisione dei diversi contributi sia specialistici che generali del gruppo di lavoro, condivisione interna al gruppo di progettazione, condivisione con i partner e i clienti. Non si tratta di mera "trasmissione" delle informazioni, ma ripeto di una reale "condivisione" del progetto. Per fare questo l'informatica è indispensabile.

Utilizzate da anni i software STR. Qual è il suo giudizio sul percorso di sviluppo di questi programmi?
Utilizziamo i programmi STR da quando siamo nati, nel 1997: lavoravamo per Italferr alla costruzione della linea ferroviaria ad Alta velocità Milano-Bologna, e il vostro programma era quello indicato dal committente a tutti i soggetti coinvolti per la gestione delle attività tecniche. Abbiamo così avuto modo di conoscerlo e apprezzarlo; da allora non lo abbiamo mai abbandonato, utilizzandolo con continuità e seguendone tutte le evoluzioni negli anni, da quando era sostanzialmente "solo" un software per la produzione di computi metrici fino all'attuale configurazione, molto più avanzata e articolata, che consente la gestione complessiva del progetto. A distanza di anni e dopo diverse versioni, posso affermare che abbiamo sempre trovato giovamento dallo sviluppo tecnologico della vostra offerta.

Quali caratteristiche innovative differenziano STR Vision CPM dai programmi precedenti?
Premetto che per noi è stata una cosa naturale passare ogni volta dai programmi precedenti alle nuove versioni, perché si sono sempre rivelate migliorative in qualcosa. Riguardo a STR Vision CPM in particolare, per noi è stata indubbiamente vantaggiosa l'introduzione di moduli che consentono anche la gestione di attività di "project management" o "construction management", attività che sono alla base del nostro lavoro e che svolgiamo con continuità. Disporre di un software che ci supporta anche sotto questo punto di vista è per noi un fattore strategico, soprattutto per quanto riguarda la possibilità di interfacciare i processi realizzativi con i dati economici del progetto.

Per quali funzioni in particolare lo utilizzate?
La base di tutte le nostre attività è sostanzialmente la gestione dei computi metrici ed estimativi delle opere; a partire da questa base ovviamente integriamo altri incarichi e funzioni quando ci vengono richieste.
In questo quadro di attività, poi, la funzionalità di maggiore utilizzo è sicuramente quella di valutazione economica, cioè la gestione dei costi del progetto.

CONTINUA A LEGGERE LA CASE HISTORY DI 3TI PROGETTI

Documento senza titolo

Quali sono gli aspetti del programma che la convincono maggiormente?
L'elemento caratteristico che negli anni ho sempre ritenuto particolarmente efficace dei software STR è il "cuore" tecnologico del sistema, cioè il database e la capacità del programma di gestirlo. L'esperienza professionale mi ha portato a conoscere e utilizzare molte altre soluzioni software, ma ritegno che il database STR sia quello meglio organizzato e che permette la maggiore e più efficace integrazione con le altre funzioni del progetto. È un programma che ha da sempre nella specializzazione il suo punto forte, qualità che con il nuovo STR Vision si è accentuata grazie anche all'impulso dato da STR su questo fronte, in particolare per quanto riguarda, come ho già sottolineato, l'arricchimento delle funzionalità.

Per quali motivi avete integrato STR Vision CPM con Primavera P6 per la gestione delle vostre attività?
Primavera è uno dei software di riferimento a livello internazionale per quello che riguarda la programmazione delle attività e la gestione delle risorse. Pur conoscendolo, però, non lo avevamo mai utilizzato, anche se pensavamo da tempo di adottarlo dal momento che siamo spesso impegnati su progetti e per committenti all'estero. La spinta finale all'implementazione, però, è stata proprio l'ingresso di questo programma nell'offerta STR, che per noi significa poter contare anche per questo software su un partner affidabile. Con STR, infatti, il rapporto è consolidato da anni e ne siamo veramente soddisfatti, sia per quanto riguarda l'offerta tecnologica che l'assistenza e la capacità di fornire risposte a nostre specifiche esigenze. L'obiettivo di questa scelta è l'integrazione tra la programmazione e la gestione degli elementi economici del progetto: grazie all'interfacciamento diretto fra i due software si possono ottenere diversi risultati in termini di produttività ed efficienza, velocizzando le attività e riducendo al minimo gli errori. 3TI Progetti lavora su progetti tra loro molto diversi e altamente specializzati.

Quanto è aderente STR Vision alle esigenze di una realtà come la vostra?
Lo ritengo uno strumento completo e allo stesso tempo flessibile, assolutamente in grado di gestire la diversità e complessità dei progetti a cui lavoriamo. La nostra attività, infatti, è molto articolata e copre di fatto tutto lo spettro delle attività tecniche, in termini sia di tipologia di opere e di progetti che sviluppiamo, sia di livello di progettazione in cui interveniamo: dallo studio di fattibilità alla gestione del cantiere, dalle infrastrutture all'edilizia civile. Qualunque sia l'incarico, utilizziamo il software STR sempre e con profitto, e quindici anni di esperienza lo dimostrano.

STR Vision è una piattaforma nata per sfruttare le potenzialità di Internet. Quanto è importante, o lo sarà, la possibilità di lavorare in rete con i diversi attori in gioco?
Moltissimo, praticamente essenziale. Una delle nostre attività tipiche è la gestione del progetto, quindi compete a noi l'onere di "pilotare" tutti i vari attori del processo al risultato finale. Per questo avere introdotto in quest'ultima versione del programma la possibilità di condividere le informazioni in modo sicuro ed efficace tra più soggetti e in posti diversi è una caratteristica, come ho già sottolineato, per noi molto importante.

Può indicarci un progetto particolarmente significativa al quale state lavorando?
Negli anni abbiamo avuto modo di lavorare su progetti numerosi, diversificati e importanti. Volendo evidenziarne uno tra i molti che stiamo seguendo, quello probabilmente più interessante e significativo è il progetto per la nuova sede del Ministero della Agricoltura del Ghana ad Accra. Committente è il Governo ghanese che, con il finanziamento di un ente tedesco, ha indetto un concorso internazionale che abbiamo vinto con un raggruppamento di progettazione che comprende oltre a noi una società tedesca e un partner locale. Nel gruppo di lavoro è presente anche una società inglese che si occupa delle attività di controllo e verifica del progetto. Il caso è significativo perché integra alcuni degli aspetti che abbiamo affrontato: coinvolge diversi attori in più sedi e comporta, come praticamente per tutte le attività all'estero, un approccio agli elementi economici non meramente computistico ma di vero e proprio "cost management". Uno scenario ideale per mettere a dura prova STR Vision CPM, che abbiamo proposto quale strumento comune di per la programmazione e gestione economica del progetto. La funzione che si è rivelata particolarmente utile è la gestione degli elenchi prezzi: non esistendo in Ghana un listino di riferimento, abbiamo impostato con STR Vision CPM una banca dati condivisa che si è dimostrata molto efficace perché si interfaccia immediatamente con la parte computazionale e con i cronoprogrammi. Il software è stato accettato per le sue caratteristiche, grazie anche alla disponibilità della versione in inglese, e utilizzato da tutti i soggetti in gioco con soddisfazione. Ma per noi questa non è certo una sorpresa!

BROCHURE