L'interoperabilità

L’interoperabilità è la possibilità di scambiare i dati contenuti nel modello progettuale di partenza tra diverse piattaforme software e applicativi destinati alle diverse funzionalità coinvolte nelle attività, questo non solo durante la fase di realizzazione dell’opera ma anche nell’intero suo ciclo di vita, dalla manutenzione alla dismissione. Se tradizionalmente, infatti, i software specializzati sviluppati per la gestione ed elaborazione dei dati all’interno di specifici settori - quale quello dell’Engineering & Construction - mancavano della capacità di integrarsi reciprocamente, la trasversalità dell’approccio BIM richiede necessariamente la massima accessibilità di tali informazioni di progetto e di processo a tutti i soggetti coinvolti.

La soluzione attraverso la quale è possibile garantire a tutti gli operatori l’accessibilità ai dati si chiama l’IFC. Acronimo di “Industry Foundation Classes”, IFC è lo standard internazionale aperto sviluppato da buildingSMART e utilizzato dai più diffusi software di progettazione.

Il formato IFC consente al progettista, da un lato, di continuare a lavorare con gli strumenti che gli sono familiari, dall’altro, permette la fruizione e l’utilizzo di tutti i dati contenuti nel progetto relazionandoli alle altre piattaforme software utilizzate dall’utente e dedicate ad altri aspetti - strutturali, gestionali, realizzativi ecc. - dell’opera.

Le nuove modalità di condivisione del progetto

La condivisione delle informazioni di progetto, concetto alla base dell’approccio BIM, si basa non solo sull’utilizzo di un protocollo standard di interscambio dei dati come l’IFC, ma può contare anche sulle molteplici possibilità offerte da Internet . Si pensi, ad esempio, all’utilizzo di software di modellazione e piattaforme gestionali in cloud: questa modalità di fruizione permette l’utilizzo via web delle applicazioni e l’accesso ai dati di progetto in qualsiasi momento e in ogni luogo dotato di connessione.

Oppure, pensiamo alle App studiate per i dispositivi mobili: consentono l’acquisizione di tutti i dati utili dell’opera direttamente in cantiere così come l’aggiornamento da remoto del database ospitato sul sistema informativo centrale. Queste, come altre possibilità innovative di condivisione del progetto offerte dal web, consentono di superare i tradizionali vincoli di luogo e tempo per una fruibilità immediata delle informazioni.

BROCHURE
VIDEO
IMMAGINI