Determinazione, analisi e ottimizzazione dei costi nella metodologia BIM

L’ottimizzazione generalizzata del processo è, indiscutibilmente, l’obiettivo principale del BIM.
Con questa metodologia informativa che simula passo dopo passo il processo lavorativo di un cantiere e tiene insieme progettazione in 3D, gestione della filiera dei materiali, project management e gestione del cantiere si riesce ad ottenere un decisivo incremento dell’efficienza e della produttività e una conseguente ottimizzazione dei costi.
L’approccio BIM non solo consente di realizzare con estrema rapidità elaborati grafici e documenti, ma soprattutto permette, grazie all’integrazione nel modello tridimensionale del progetto e di tutti i dati relativi a tecniche, materiali, attrezzature, risorse umane, di rendere più fluide e costantemente controllabili tutte le fasi successive, dalla computazione alla programmazione lavori, dall’analisi dei costi e del budget al controllo tecnico ed economico degli stati di avanzamento del progetto.

Tempi ridotti

Negli ultimi anni si è consolidata la tendenza da parte dei committenti a richiedere il completamento delle commesse in tempi sempre più ridotti, inducendo i fornitori, progettisti, costruttori, architetti e ingegneri, a dotarsi di tecnologie sempre più avanzate per far fronte alle richieste e soddisfare le aspettative della propria committenza.
Il progettista non dovrà più disegnare una quantità spropositata di linee, polilinee e forme geometriche che portano via molto tempo, ma dovrà semplicemente inserire oggetti dotati di specifiche proprietà ed informazioni sui materiali, costi, capacità termiche e manutenzione. Rimanere al passo con le tecnologie e lavorare con metodologia BIM permette ai progettisti di soddisfare i propri clienti e gestire con efficacia i carichi di lavoro richiesti facendo interagire tra di loro programmi 3D di progettazione e programmi gestionali in ogni fase di cantiere.

Eliminazione degli errori

Accanto agli evidenti risparmi sotto il profilo dei tempi, altrettanto rilevante nel BIM è la pressoché totale eliminazione degli errori, delle duplicazioni, delle interferenze, grazie all’aggiornamento in tempo reale di tutte le tavole di progetto in funzione delle varianti apportate. All’interno del BIM, piante, prospetti e sezioni sono semplici viste differenti dello stesso oggetto. Il progettista può vedere tutte le viste contestualmente e scegliere di operare su quella che desidera, osservando i cambiamenti simultanei su tutte. Inoltre, una qualsiasi modifica al modello BIM si ripercuote su tutte i grafici generati. Il semplice cambiamento della finitura esterna di una facciata, ad esempio, comporta la modifica della trasmittanza della parete, del costo ed eventualmente, dei carichi strutturali.

In una parola: Risparmio

Con il BIM il costo di costruzione può scendere drasticamente, si è calcolato intorno al 30%, grazie alla riduzione degli errori progettuali e a una gestione totalmente più efficiente del cantiere.

Richiedi subito informazioni!