Digital Brain Construction

Digital Brain Construction (DBC) perché il cambio di paradigma nel mondo delle costruzioni (CONSTRUCTION) che passa dal mondo del digitale (DIGITAL) deve assolutamente guadagnare terreno in temi di cultura e di motivazione attraverso un processo mentale (BRAIN) innescando anche quelle “leve”, tipiche del brainstorming che generano idee in maniera collaborativa. Il 4.0 (Cantiere, industria, impresa, studio tecnico), non solo come brand di innovazione, ma come reale trasformazione del comparto AEC che da qui a qualche anno dovrà compiere grandi passi per recuperare posizioni in Europa e nel mondo.

La comunicazione esterna ad un progetto edile e la questione reputazionale.

La comunicazione verso l'esterno delle organizzazioni e delle aziende che operano nel campo edile, grazie anche all'art. 83, comma 10, del  d.lgs. 56/2017, che prevede l'istituzione presso l'ANAC del sistema del Rating di impresa e delle relative penalità e primalità, rappresenta lo snodo futuro dei rapporti tra attività economica (in edilizia) e sistema reputazionale.

LEGGI TUTTO

La comunicazione di progetto: da Shannon and Waver al Building Information Modeling

Ci sono alcuni aspetti nella gestione di un appalto in edilizia che non vengono tenuti nella giusta considerazione. L'essere "sincopati" solo su tempi e costi ci fa tralasciare aspetti gestionali che, se non curati nella giusta misura, creano problemi. Uno di questi e forse il più importante è la comunicazione.

LEGGI TUTTO

La Gestione degli Stakeholder in edilizia e nelle opere civili

La gestione degli stakeholder, ovvero dei portatori di interesse in un progetto rappresenterà, nel prossimo futuro, uno delle chiavi di successo di un progetto edile soprattutto vista la legge sui lavori pubblici e dell’articolo che regola la débat public.

LEGGI TUTTO

Non solo Gantt per la gestione dei tempi di progetto

Per una corretta programmazione e gestione dei tempi di progetto bisogna abbandonare la logica delle "caselline dei fogli di calcolo colorate" a favore di una corretta programmazione. Gli strumenti esistono da anni e sono sempre più performanti, la carenza in Italia è tutta nel know how di chi deve operare correttamente.

LEGGI TUTTO

Prevedere se sforeremo tempi e costi in un progetto, si può

Avendo prima compreso le modalità di redazione di un budget o baseline dei costi, poi come misurare le performance di una commessa, controllando le varianze e gli indici, ora analizzeremo come usare tutte queste informazioni per ottenere delle proiezioni a finire del nostro progetto che ci indicheranno, secondo l’andamento in un determinato momento, quanto spenderà il nostro progetto al termine dei lavori e quale sarà la data di fine.

LEGGI TUTTO

Il controllo di tempi e costi e gli indici di performance

Siamo in grado realmente, in fase di esecuzione di controllare i costi e i tempi? Spesso le organizzazioni dei progetti in edilizia, tentando di avere un occhio vigile e redigendo correttamente rapportini di materiali, mezzi e risorse umane, oppure monitorare la produzione tramite i Sil (situazione interna lavori), non approfondiscono usando i metodi di management che abbiamo a disposizione. Uno di questi è EVM (Earned Value Management)

LEGGI TUTTO

Il Budget di cantiere: il punto di arrivo della pianificazione

Come quantificare e mettere a sistema i tempi ed i costi e quali considerazioni si possono fare. Come riuscire a fare un'attendibile programmazione dei lavori. Ovviamente non parliamo solo di diagramma di Gantt, ma anche di come questo possa incidere sull’andamento economico di una commessa.

LEGGI TUTTO

Facility management

Prevedere e controllare i costi di un progetto in edilizia è diventato fondamentale, sia che venga considerato un progetto completo di una Stazione appaltante, sia quella di un progetto tecnico che un soggetto economico è "costretto" ad affrontare tra mille difficoltà.

LEGGI TUTTO

Il Budget di un cantiere edile: si inizia così

È oramai acclarato che prevedere e controllare i costi di un progetto in edilizia è diventato fondamentale, sia che venga considerato un progetto completo di una Stazione appaltante, partendo quindi, dalla programmazione triennale e terminando con una proiezione su tutta la vita dell’opera (Life Cycle Costing), sia quella di un progetto tecnico (strutturale, architettonico, impiantistico) che un soggetto economico è “costretto” ad affrontare, ad oggi, tra mille difficoltà.

LEGGI TUTTO

La gestione del rischio di una commessa edile

L’identificazione dei rischi è il primo passo al quale seguono, l’analisi, la definizione di risposta all’accadimento ed infine il controllo e la mitigazione. Ci occuperemo proprio di questi ultimi due processi, senza per prima dimenticare quale siano i documenti importanti per arrivare ad essi. Dopo aver identificato i rischi abbiamo bisogno di “pesarli” in maniera qualitativa e quantitativa.

LEGGI TUTTO

La gestione del rischio di una commessa edile

La gestione del rischio di una commessa edile è uno dei punti deboli di tutto il processo produttivo del comparto, infatti, così come non siamo abituati a redigere il budget per controllare tempi e costi, non teniamo in considerazione i rischi derivanti da una errata gestione della commessa.

LEGGI TUTTO

Project management e BIM 4D e 5D un passaggio obbligato - fase di esecuzione

Nel precedente articolo ci siamo occupati, oltre alle figure del BIM, della gestione di tempi e costi nella fase di progettazione. In questo articolo invece, facciamo una riflessione per quanto riguarda la parte dell’esecuzione dei lavori, senza tralasciare il delicato momento dell’offerta economica di una gara pubblica e/o privata.

LEGGI TUTTO

Project management e BIM 4D e 5D un passaggio obbligato

Nell’applicazione del BIM la pianificazione dei costi e dei tempi attinge a piene mani dalla metodologia del Project/Program management ed in particolar modo dalla parte delle aree di conoscenza di gestione dei tempi, costi, rischi, comunicazioni, integrazione e riserve.

LEGGI TUTTO

L'Edilizia nel Mondo Digitale

In cantiere, ancora oggi, si opera con computer soprattutto portatili a volte anche vetusti e poco performanti, pieni di file che non consentono una corretta gestione dei dati, favorendo una dispersione di questi ultimi e dando vita ad una frammentazione che impatta in maniera notevole sui tempi di elaborazione. Senza contare poi la ridondanza delle informazioni che vengono trascritte, le stesse, più e più volte a secondo dell’output che si vuole ottenere.

LEGGI TUTTO

Digital Brain Constrction

Con il decreto del MIT firmato dal ministro Delrio il primo dicembre 2017 e la determina Nº 3 di ANAC, 1007 del 2017 sui temi del Building Information Modelling e del project management i legislatori tracciano una linea verso quello che sarà il prossimo futuro nel mondo delle costruzioni.

LEGGI TUTTO