Il Budget di un cantiere edile: il punto di arrivo della pianificazione

Abbiamo trattato, nel precedente articolo, quali siano i “capitoli” sensibili che devono essere trattati per una corretta redazione di un budget. Ora vediamo come quantificare e mettere a sistema i tempi ed i costi e quali considerazioni si possono fare. Riuscire a fare un’attendibile programmazione dei lavori, è essenziale. Ovviamente non parliamo solo di diagramma di Gantt, ma anche di come questo possa incidere sull’andamento economico di una commessa.

Partiamo da alcuni punti fermi come il computo metrico estimativo (C.M.E.), una volta appaltato il lavoro, essendo un elaborato di contratto nei lavori pubblici (Art. 32 comma 14 bis  del D.lgs. 56 del 2017), è sicuramente di vitale importanza per la costruzione del nostro Budget di cantiere, infatti, è proprio tramite quest’ultimo che andremo a scomporre il nostro lavoro in WBS (Work Breakdown Structure.)

Cos'è la WBS?

La WBS non è altro che la scomposizione del lavoro in maniera gerarchica, strumento fondamentale per la preventivazione e per il controllo. Stando alla metodologia del Project Management, la WBS è uno strumento nell’area di gestione del contenuto (Ambito) utilizzato nei processi di pianificazione e monitoraggio per definire il contenuto di progetto e controllarne, in itinere, lo stato di avanzamento e le eventuali modifiche.

In buona sostanza sappiamo cosa fare e quanto ne dovremmo realizzare (dal C.M.E.) la WBS non fa altro che aiutarci a indentificare dove dovremmo andare a svolgere le lavorazioni. Nella scomposizione di un cantiere la WBS è composta da Work Package e ci aiutano inoltre a capire sotto il profilo economico dove si svolgeranno i Ricavi di produzione, i costi e quindi gli utili. Ecco perché sono definiti anche Centri di Costo.

È essenziale, quindi, nella redazione di un Budget di cantiere, fare l’analisi dei costi, in altre parole andare a stimare un importo a costo, di ogni singola lavorazione passando per i costi indiretti e margini di contribuzione fino ad arrivare a ottenere la previsione dell’utile d’impresa. (conto economico)

Break Even Point

Ad esempio nell'immagine del grafico seguente, vediamo come le due linee, di costi (Blu) e ricavi (Rossa) s’incrocino ad una determinata data. Quello è il Break Even Point o punto di pareggio, cioè il punto in cui i costi saranno inferiori ai ricavi e si inizierà ad avere un utile. Già prima della partenza di un cantiere, quindi, l'imprenditore potrà prevedere quando e quanto inizierà a “guadagnare”, e l’obiettivo minimo che deve porsi in modo che l’attività svolta sia redditizia. Solo attraverso una programmazione economica in cantiere è possibile fare quella finanziaria e non il contrario come spesso succede. (Pagamenti puntuali delle P.A. permettendo)

Aumentare i ricavi e migliorare tempi e costi

Arrivare quindi ad avere un Budget attendibile, lavorato e ragionato al quale fare riferimento è essenziale per tenere sotto controllo tempi e costi.
Redigendo il Budget, non abbiamo assolutamente azzerato tutte le “contingenze” che ci sono in un cantiere, tantomeno se non abbiamo redatto anche una corretta Analisi dei Rischi, infatti, il budget è come una bussola alla quale dobbiamo fare riferimento periodicamente e non un documento che rappresenta una legge scritta sulla pietra.

 

Va precisato, quindi che il budget ha in sé una variabilità dinamica che è appunto data dagli eventi inaspettati e non programmabili (Change, perizie di variante migliorative), per questo motivo in un cantiere edile possono esistere più versioni, identificate per esempio, partendo dalla REV.0 per poi continuare alla REV.1 etc. etc.

Aumentare i ricavi non sempre fa aumentare la redditività (Utili), così come a volte diminuire i ricavi magari togliendo delle lavorazioni non economiche per l’impresa, sostituendole, grazie, per esempio, ad un nuovo prodotto uscito sul mercato che a pari o superiori qualità faccia risparmiare soldi alla P.A., può far aumentare gli utili al soggetto economico. Redigere il budget aiuta non solo il cantiere, ma tutta l’impresa in quanto dà memoria storica a tutti gli avvenimenti che si sono susseguiti nel corso degli anni. Il sistema di Budgeting è auspicabile per le diverse funzioni alle quali assolve: monitoraggio, informazioni, motivazionale e di accumulo di esperienze.

L'utilizzo del BIM

Un sistema informativo integrato, composto da database, ci aiuta a far convergere tutte le informazioni in un unico spazio digitale, per creare quella che viene detta anche baseline dei costi che supportata da un sistema BIM (due database congiunti che si parlano ed interagiscono ovvero quello del file IFC e quello del sistema informativo tecnico/economico di Project management) creano le condizioni per lo sviluppo del know how di tipo digitale 4.0.

 

Autore: Antonio Ortenzi

Rimani aggiornato con STR

Novità di mercato, di prodotto, eventi e tutte le iniziative di STR dedicate al mondo delle costruzioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER