Impresa Esecutrice

Con la dizione generale di "impresa" si indica il soggetto esecutore dell'opera, vale a dire la struttura organizzativa - produttiva alla quale viene demandata la esecuzione dei lavori. Tale conferimento avviene generalmente mediante "contratti di appalto" di diverso tipo e a seguito dell'espletamento di diverse procedure.

A seconda del tipo di appalto, all'Impresa compete la responsabilità della realizzazione dell'intero insieme delle opere necessarie per dare l'oggetto edilizio finito e agibile, o solo alcune parti o categorie di esse, mentre per altre il committente provvede direttamente mediante altri rapporti contrattuali. L'organizzazione dei lavori necessari al compimento di un'opera è una attività propria dell’appaltatore, il quale esplica la sua funzione imprenditoriale stabilendone le modalità di attuazione.
L'imprenditore edile quindi deve organizzare i mezzi necessari e generalmente, per obbligo contrattuale, si assume la conduzione dei lavori, avendo la massima autonomia decisionale nell'organizzazione e svolgimento del processo produttivo.

Documenti che compongono il progetto esecutivo

All'impresa devono essere consegnati tutti gli elaborati che costituiscono il progetto esecutivo delle opere commissionate e contrattate, i relativi "dettagli" e "particolari", i "capitolati d'appalto", i "computi metrici-estimativi", nonché ogni altro elaborato o documento necessario per la corretta esecuzione delle opere e per la loro valutazione qualitativa, quantitativa ed economica.
A tale fine si segnala l'importanza della elaborazione e redazione grafica chiara e di univoca interpretazione degli elaborati di insieme e di coordinamento, con altrettanto univoci riferimenti a tutti gli altri elaborati che analizzano parti, dettagli, particolari o altro del progetto, secondo le normative grafiche.

Lavori aggiudicati mediante gara

Nel caso di lavori aggiudicati mediante gara per l'affidamento di una concessione di costruzione e gestione, all'Impresa viene consegnato il "progetto definitivo"; nel caso di lavori aggiudicati mediante gara di appalto concorso, all'Impresa viene consegnato ‘progetto preliminare'. All'impresa deve essere consegnata in ogni caso anche copia del "progetto di massima" o del "progetto definitivo", approvato dalle autorità competenti, in modo che sia in ogni momento verificabile la legittimità normativa delle opere in esecuzione.

Piano Operativo di Sicurezza

Ogni impresa esecutrice, prima di iniziare i lavori, deve redigere e consegnare all'impresa affidataria un Piano Operativo di Sicurezza (POS) che descrive le modalità di gestione della propria attività in sicurezza.

Il datore di lavoro dell'impresa affidataria deve verificare la congruenza dei POS delle imprese esecutrici rispetto al proprio, trasmettere tutti i POS al coordinatore in fase di esecuzione, coordinare gli interventi finalizzati all'attuazione delle misure generali di sicurezza e verificare che le imprese esecutrici o i lavoratori autonomi abbiano i requisiti di idoneità tecnico-professionale richiesti in relazione ai lavori loro affidati. Il datore di lavoro dell'impresa affidataria deve verificare la congruenza dei POS delle imprese esecutrici rispetto al proprio, trasmettere tutti i POS al CSE, coordinare gli interventi finalizzati all'attuazione delle misure generali di sicurezza e verificare che le imprese esecutrici o i lavoratori autonomi abbiano i requisiti di idoneità tecnico-professionale richiesti.

Rimani aggiornato con STR

Novità di mercato, di prodotto, eventi e tutte le iniziative di STR dedicate al mondo delle costruzioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER