Vantaggi STR Vision BIM

I vantaggi del BIM per un'Impresa Edile o Impiantistica

I vantaggi consistono in una più efficiente gestione dei processi di preventivazione e controllo della commessa. Attraverso una computazione integrata con i modelli 3D, i dettagli delle misure sono presi direttamente dai dati del progettista; nel caso di modifiche possono essere quindi aggiornati automaticamente. La programmazione lavori può essere realizzata con una maggiore consapevolezza delle dinamiche costruttive coinvolte, grazie alla conoscenza dello stato di realizzazione rispetto i tempi previsti e a quali lavorazioni devono essere portate a termine per ogni elemento costruttivo dell’opera. Inoltre, attraverso un’attenta analisi dei costi e dell’impiego delle risorse si può arrivare ad un controllo puntuale delle spese da sostenere e dei margini di guadagno.

I vantaggi del BIM per un Professionista

Il beneficio maggiore nell’utilizzare un software in logica BIM si ha nei processi di computazione, di calcolo del prezzo e di definizione del programma lavori di un’opera. Nella prima fase di preventivazione un sistema di quantity take off permette di determinare misurazioni precise per ogni articolo del computo metrico derivandole direttamente dalle proprietà quantitative degli oggetti disegnati nei modelli architettonici, strutturali e impiantistici di un progetto. In questo modo si ottengono due vantaggi importanti: il primo è che la misura è certa in quanto derivata direttamente da chi ha realizzato il disegno in CAD 3D. Il secondo è, che in caso di revisione del disegno, il computo metrico potrà essere aggiornato automaticamente con le nuove misure. E’ possibile inoltre impostare delle regole di computazione in base a categorie e famiglie di oggetti per velocizzare al massimo le operazioni di computo metrico. Nel caso in cui si utilizzino prezzari collegati agli elenchi prezzi sarà possibile determinare contestualmente il valore non solo dell’intera opera ma anche di ogni singolo elemento del progetto. Attraverso l’interazione tra il programma lavori e i modelli 3D collegati al medesimo computo metrico è possibile ottenere delle efficaci simulazioni grafiche degli stati di avanzamento previsti dell’opera.

INTEROPERABILITA'

L'interoperabilità è la capacità di un sistema o di un prodotto informatico di cooperare e di scambiare informazioni o servizi con altri sistemi o prodotti con affidabilità e ottimizzazione delle risorse. In particolare, l’interoperabilità tra software in ambito BIM è la loro capacità di condividere e di scambiare dati in modo automatico, senza bisogno di reinserire informazioni già definite o di integrare perdite di dati nel cosiddetto processo edilizio o ciclo di vita dell’opera. Il BIM di STR Vision è completamente interoperabile avendo adottato per l’interscambio dati lo standard IFC. IFC – Industry Foundation Classes è un modello digitale per il progetto di Architettura e Ingegneria integrato di dati e proprietà di tutti gli elementi, parti d’opera e sistemi che compongono l’organismo edilizio, strutturandone la geometria, la topologia e gli attributi in un’unica banca dati che registra anche l’insieme delle relazioni di ogni elemento. Lo Standard IFC è stato creato e viene sviluppato dalla società BuildingSMART International di cui STR è membro del capitolo italiano.
STR Vision si collega a  tutti i software che prevedono l’esportazione di modelli architettonici, strutturali e impiantistici in formato IFC.

PROGETTARE IN BIM COMPORTA COSTI AGGIUNTIVI?

Progettare in BIM, come per qualsiasi processo d’innovazione, sicuramente comporta un investimento in termini di formazione e tecnologia per poter sfruttare appieno i vantaggi che offre questo nuovo sistema di progettare e gestire la realizzazione di un’opera.

La maggiore efficienza che si raggiungerà nel nuovo metodo di lavoro ripagherà ampiamente l’investimento fatto anche in termini di vantaggio competitivo sul mercato.

Richiedi subito informazioni!